Open Day Riflessologia plantare

IL BENESSERE PARTE DAI PIEDI

OPEN DAY RIFLESSOLOGIA PLANTARE –  7 DICEMBRE 2018


Mappatura del piede - Riflessologia plantare

Cos’è la riflessologia plantare?

La riflessologia plantare è una tecnica (o pratica) di medicina alternativa, che prevede la pressione e il massaggio di specifiche zone dei piedi e delle mani, con l’intento finale di apportare dei benefici ad altri elementi anatomici del corpo umano, sofferenti per una qualche ragione.
Secondo l’idea che sta alla base della riflessologia plantare, questo effetto terapeutico appena descritto sarebbe possibile perché, a determinate zone di piedi e mani, corrispondono ben precisi organi, strutture nervose, articolazioni, strutture ossee e ghiandole del corpo umano.
In altre parole, i riflessologi (cioè i cultori della riflessologia plantare) partono dal presupposto che, nei piedi (soprattutto) e nelle mani dell’essere umano, risiedano delle aree collegate a un ben specifico organo, a una certa ghiandola ecc.

Usi

Chi esegue la riflessologia plantare è dell’idea che, con il massaggio e la pressione di mani e piedi, il quadro sintomatologico di numerose condizioni patologiche acute e croniche migliori sensibilmente.
Tra le condizioni patologiche che i riflessologi ritengono di poter alleviare, meritano una citazione particolare:

  • L’asma

Il terapeuta va a massaggiare e a premere le zone dei piedi e delle mani che riflettono i polmoni, il cuore e la gabbia toracica, con l’intento di migliorare la salute delle vie aeree respiratorie.

  • problemi respiratori dovuti ad infezioni, solitamente, polmonari.

Il massaggio e la pressione riguardano le zone che riflettono i polmoni e il torace in generale.

  • La costipazione

In presenza di costipazione, i riflessologi massaggiano e premono le zone riflesse corrispondenti all’intestino.

  • La sindrome  del colon irritabile

Come nel caso precedente, il massaggio e la pressione interessano le zone riflesse che corrispondono all’intestino.

  • Il mal d’orecchi

Ovviamente, il terapeuta preme le zone di piedi (o mani) che riflettono le orecchie.

  • L’eczema
  • Gli infortuni sportivi in generale

In tali frangenti, il terapeuta massaggia e preme le zone riflesse che corrispondono alla struttura o alle strutture anatomiche dolenti.

Per esempio, in presenza di un disturbo al ginocchio, il massaggio e la pressione dell’area riguarderanno l’area che riflette il ginocchio corrispondente.

  • disturbi indotti dallo stress

Questi potrebbero consistere in: mal di testa ricorrenti, problemi di stomaco persistenti ecc.

I massaggi e le pressioni riguardano svariate zone riflesse, tra cui quelle corrispondenti a: collo, cervello, apparato digerente e colonna vertebrale.

  • L’irritabilità e il cattivo umore

In questi casi, il terapeuta esercita massaggi e pressione nelle zone riflesse che corrispondono a organi importanti come ireni, la vescica e l’intestino.

L’idea è che un miglior funzionamento di questi elementi anatomici comporti un miglioramento dell’umore.

  • La tonsillite

Le zone riflesse d’interesse sono quelle che corrispondono a collo e testa.


PRENOTA LA TUA SEDUTA GRATUITA

30 MINUTI

TELEFONA ALLO 06/42014198

VIA FLAVIA 79 ROMA VEDI MAPPA(QUI)

 

Condividi e valuta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*